Cuoppo di mare

Cuoppo di mare, descrizione letteraria: “Dal friggitore si ha un cartoccetto di pesciolini che si chiamano “ fragaglia” e che sono il fondo dei panieri dei pescivendoli .”

Matilde Serao

Cuoppo di mare
Cuoppo di mare

 

Il cuoppo fritto è uno dei piatti street food per eccellenza di Napoli. Questo cono di carta paglia affonda le sue origini già nel 1800 quando la popolazione acquistava per pochi soldi i resti del pescato per poi pastellarli e friggerli. Data la povertà in un cui versavano, il cuoppo napoletano era chiamato anche “oggi a otto” vale a dire che il friggitore accettava di dilazionare il pagamento in otto giorni.

Al suo interno troviamo sopratutto: alici, baccalà , calamari (tagliati ad anelli)e moscardini e tutti rigorosamente fritti, e possono essere conditi con limone e pepe.

 

Una frittura è di qualità se è asciutta, per capirlo basta guardare la carta del cuoppo. Il colore deve essere brillante, la panatura croccante e soprattutto deve essere servita calda.

Dove trovare il cuoppo? Generalmente è servito in strada e possiamo trovarlo nelle rosticcerie o nelle friggitorie, ma anche nella maggior parte delle pizzerie come antipasto, servito a tavola nel suo classico cono.

Questo modo di consumare alcune pietanze napoletane nasce come cibo da asporto e da strada e si perde nella tradizione antica della città, quando negli angoli delle strade si friggeva quello che la ciascuna famiglia poteva offrire: la pasta cresciuta, le verdure di stagione, pasta, riso oppure le crocchette di patate. Una tradizione che ancora oggi si ritrova nella gastronomia partenopea e che identifica la cucina popolare napoletana allo stesso modo della pizza.

Solitamente il cuoppo viene servito con gli spiedini di legno, abbastanza lunghi da permettere di raggiungere il fondo del cono di paglia, rarissime le forchettine di plastica. Ma il vero napoletano il cuoppo lo mangia con le mani appena preparato, se viene lasciato riposare o raffreddare i fritti perdono la croccantezza. Chi ha mai mangiato la frittura fredda?

(Il cuoppo viene anche chiamato cuppetiello” o “cartoccio”.)

PER CONTATTI

    134 Condivisioni